Questo sito contribuisce all'audience di

Bakery a caccia della vittoria contro Marostica

Sempre sull’altalena. Per carità un passo avanti rispetto all’inizio della stagione ma questa Bakery Basket non riesce a dare continuità alle prime vittorie casalinghe. Vero che sabato scorso a Monticelli la sconfitta ha molte attenuanti su tutte...

Coach Coppeta
Sempre sull’altalena. Per carità un passo avanti rispetto all’inizio della stagione ma questa Bakery Basket non riesce a dare continuità alle prime vittorie casalinghe. Vero che sabato scorso a Monticelli la sconfitta ha molte attenuanti su tutte le assenze di due pedine importanti come Furlanetto e Bonaiuti ma è comunque un risultato negativo che spezza la voglia di rimonta dei biancorossi.
Claudio Coppeta coach della squadra piacentina parla di una sconfitta con alcuni spunti positivi. “Non esistono sconfitte “dolci” – ammette il tecnico piacentino – ma quella di sabato scorso ci ha confermato di essere una squadra in crescita. Abbiamo lavorato tutta la settimana per preparare la partita tatticamente in un certo modo e poi negli ultimi minuti di venerdi si è infortunato Bonaiuti giocatore molto importante nel nostro equilibrio tattico. Se a questo si aggiunge il fatto che abbiamo fuori anche Furlanetto è ovvio che ci siamo presentati in casa di una squadra fortissima con qualche problema.

Che per tanti minuti in campo non si è visto.
“E’ quello l’aspetto positivo della prestazione di sabato. Abbiamo giocato con intensità ed equilibrio giocando una buona pallacanestro che ci ha permesso di essere a pari fino a 5 minuti dalla fine. Poi nel momento dell’uscita per 5 falli di Rombaldoni che è il loro giocatore più forte non siamo riusciti ad prendere la partita in mano come una squadra matura deve saper fare. Ed in quel momento abbiamo perso la partita”

Problema di mentalità figlia della classifica?
“Anche ma non solo. Dobbiamo lavorare meglio per riuscire a gestire i palloni importanti nella maniera migliore. Ed ovviamente avere la possibilità di recuperare giocatori importanti”.

Bonaiuti è pronto?
“In settimana si è allenato per cui è certamente della partita. Mauro ci dà la giusta tranquillità e qualità nel gestire i palloni importanti”.

A che punto è questa Bakery?
“Buono, la squadra è ora ovviamente più qualitativa e più esperta. Siamo in grado di affrontare chiunque giocandocela e dobbiamo solamente trovare continuità e pensare una partita alla volta, cominciando dalla gara contro Marostica”.

Che è squadra tosta come dimostra la sua classifica (secondo posto).
“Assolutamente si. Ha un centro importante come Soave su cui si basa il gioco ed ha centimetri e chili per mettere in difficoltà chiunque. Dobbiamo essere bravi a giocare a ritmi alti perché giocando a ritmi blandi avremmo poche possibilità di portare a casa la vittoria”.

Palla a due alle ore 21.00 al Palanguissola di Piacenza per l’ultima partita di un 2012 che è stato positivo per la Bakery Basket che ha ottenuto una promozione nei primi sei mesi e che è stato sotto le attese nei secondi sei mesi anche se da novembre i segnali di risveglio sono stati tangibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza troppo timido sul calciomercato: le rivali comprano, progettano, rilanciano o rinforzano. L'editoriale

  • «La retrocessione in B del Piacenza nel 1994? Non fu colpa del Milan». Galliani fra calcio, ricordi e...Hristo Zlatanov

  • Piacenza - Del Favero rischia un lungo stop. Cambiano gli scenari di calciomercato

  • Serie D - Il Fiorenzuola firma un'altra impresa: rimonta la Sammaurese e poi mette la freccia

  • Piacenza - Venerdì una seconda visita per Del Favero ma non c'è fiducia. Si cerca un portiere under

Torna su
SportPiacenza è in caricamento