Questo sito contribuisce all'audience di

Bausano: «Situazione che cambia di ora in ora, ma l'Assigeco si farà trovare pronta»

Il general manager dei biancorossoblù: «Ufficialmente domenica giocheremo a San Severo. Le incognite sono tante, ma comprendiamo che la salute delle persone viene prima di tutto»

Andrea Bausano il giorno della presentazione del nuovo tecnico Alberto Martelossi

«Noi lavoriamo, come squadra e come società, in previsione di un ritorno in campo. Ma sappiamo anche che la situazione cambia di ora in ora, dunque dobbiamo essere pronti a tutto, accettando ogni tipo di scelta senza fare polemica perché capiamo che il momento è molto particolare».

Ufficialmente l’Assigeco è attesa domenica 8 in casa di San Severo, mentre mercoledì 11 si presenta al PalaBanca (ufficialmente alle 20.30, ma se si gioca a porte chiuse è probabile l’anticipo nel tardo pomeriggio) contro Forlì. Il general manager Andrea Bausano sta gestendo la situazione di emergenza cercando di mantenere la maggiore tranquillità possibile, anche se in palestra mancano un giocatore, il secondo allenatore e il team manager, bloccati nella zona rossa.

«E’ tutto in continua evoluzione, ci sono direttive che cambiano di giorno in giorno e tante voci che si rincorrono. Noi ovviamente ci atteniamo solamente alle comunicazioni ufficiali e comprendiamo anche questo periodo di assoluta incertezza».

Oltretutto l’Assigeco è una società che gioca a Piacenza ma ha la sede legale nella zona rossa. «Pure questo rappresenta un’incertezza in più. Abbiamo chiesto informazioni alla Prefettura di Lodi e stiamo attendendo risposte per capire come muoverci. Ma allo stesso tempo è necessario organizzare la trasferta prevista per domenica a San Severo, perché la partita è regolarmente in calendario».

La squadra come sta vivendo questo momento? «La scorsa settimana abbastanza male. Non c’era una data certa di ripresa dell’attività agonistica, il virus iniziava a propagarsi e le incognite erano parecchie. Adesso invece c’è almeno un obiettivo e questo sta aiutando i ragazzi a concentrarsi sulla sfida con San Severo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo Bausano invece non ha inciso, a livello psicologico, il cambio di programma, con il rinvio della Final eight di Coppa Italia a cui l’Assigeco avrebbe dovuto partecipare. «Quello non ha rappresentato un problema. Vedremo se lo sarà il nuovo calendario: si parla di un trasferimento al 17 aprile, ma al momento l’incertezza è soprattutto sulla fase a orologio che dovrebbe arrivare fra poco. Le incognite sono parecchie, ma siamo consapevoli che ci sono tantissimi aspetti da considerare e che ovviamente la salute delle persone viene prima di tutto e l’emergenza principale è quella sanitaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal catrame di Centocelle a Zidane. «Il più forte che ho visto. E quanto menava Cleto in allenamento». La vita di Daniele Moretti

  • Covid19 - I dati di martedì 31 marzo: 27 morti a Piacenza, il totale sale a 543. E' ancora un giorno di dolore

  • Maradona, Bruno Conti, Baresi e il Piacenza tutto italiano. Il capitano Settimio Lucci ci racconta 20 anni di carriera

  • De Joannon all’attacco: «Ho dato la mia disponibilità per dare una mano. Da medico voglio combattere il coronavirus»

  • Calcio Dilettanti e Podenzano in lutto: ci lascia Abele Boselli. «E' la storia che se ne va»

  • Magnacavallo, primario del Pronto Soccorso: «Vediamo una diminuzione degli accessi, la situazione inizia a essere più gestibile»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento