Questo sito contribuisce all'audience di

Martelossi: «Non sono un mago, dovrò aiutare la squadra a esprimersi al meglio». VIDEO

Il nuovo tecnico dell'Assigeco si presenta: «Questo gruppo ha buone potenzialità, che però attualmente fatica a mostrare sul campo»

Il nuovo tecnico Alberto Martelossi (a sinistra) con il general manager Andrea Bausano

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si va di fretta in casa Assigeco. Finito l’allenamento Alberto Martelossi, nuovo coach dei piacentini, si presenta in sala stampa insieme al general manager Andrea Bausano e al responsabile comunicazione Andrea Centenari. Il tempo a disposizione è poco, lo sottolineano tutti, obbligatorio non gettare al vento nemmeno un minuto per consentire alla squadra di lasciarsi alle spalle un periodo per nulla positivo come confermano le due vittorie negli ultimi dieci incontri.

«Innanzitutto – spiega Bausano – mi sembra giusto analizzare il momento, ringraziando Ceccarelli per questo anno e mezzo in cui abbiamo vissuto delle bellissime emozioni. Con lui abbiamo compiuto un percorso di crescita, però attualmente attraversiamo un periodo molto difficile, non arriviamo da buoni risultati e soprattutto non produciamo una pallacanestro efficace. Non siamo contenti e in questa situazione bisogna prendere delle scelte dolorose come quella di cambiare la guida tecnica, perché obiettivamente non stavamo ottenendo delle risposte».

Poi allarga il discorso. «L’allenatore è una parte importante, ma è fondamentale anche la squadra. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità: o ce ne andavamo tutti o provavamo a dare un cambio di ritmo modificando la guida tecnica. Ma come ho detto ai ragazzi e allo staff siamo tutti responsabili della situazione in cui ci siamo trovati e ovviamente c’è la volontà e l’intenzione di lasciarci questo periodo alle spalle».

Al suo fianco Martelossi ascolta con attenzione. «Avere a disposizione un tecnico del suo calibro – continua Bausano – è stata un’opportunità. Sappiamo che nessuno fa i miracoli e sarà necessario un tempo tecnico di adattamento; noi speriamo sia il più breve possibile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza coronavirus - Chiuse tutte le palestre private

  • Emergenza coronavirus: manifestazioni sportive annullate, ma oggi le piscine sono aperte. Nuova ordinanza: fino al 25 chiusura totale

  • La regione Emilia Romagna riapre tutti gli impianti sportivi per allenamenti senza pubblico. Ma Piacenza potrebbe decidere diversamente

  • Ordinanza del Comune: divieto di allenamento per le società dilettantistiche e per le squadre giovanili

  • Un calciatore della Sarmatese positivo al coronavirus: alcuni suoi compagni in quarantena

  • Emergenza Coronavirus - Non solo partite ufficiali, sospesi anche gli allenamenti di tutti gli sport

Torna su
SportPiacenza è in caricamento