Questo sito contribuisce all'audience di

La Bakery in casa di Teramo alla ricerca del poker. VIDEO

Reduci da tre successi consecutivi i biancorossi affrontano l'Adriatica. De Zardo: «In questo girone nessuna avversaria è da sottovalutare»

Lorenzo De Zardo, miglior marcatore della capolista Bakery (f. Petrarelli)

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo una settimana di meritato riposo, la Bakery Piacenza ritorna in campo, pronta ad affrontare la sesta giornata di campionato. Lo farà domenica 27 ottobre alle 18.00 al PalaSkà di Teramo. Gli uomini di coach Campanella arrivano da tre vittorie consecutive che li hanno proiettati diritti al primo posto in classifica, condiviso con altre squadre. L'Adriatica Press invece, ha raccolto 2 punti in 4 gare, con una sfida da recuperare. Ad anticipare le prossima sfida è Lorenzo De Zardo, best scorer della squadra.

«Siamo consapevoli che in questo girone nessuna avversaria è da sottovalutare, quindi con Teramo dovremo porre la massima attenzione nella preparazione della gara avendo ben chiaro come limitare le loro importanti individualità»

Occupate, in concomitanza con altre squadre, il primo posto della classifica. Cambia qualcosa per voi, ne sentite il peso?

«Assolutamente no. Sappiamo che sono passate solo cinque giornate ed essere primi vuol dire poco, se non che questa è la strada giusta da seguire. Ci serve solo per concentrarci maggiormente in palestra e sapere che siamo diventati una delle squadre da battere».

Al momento attuale sei il miglior realizzatore della squadra. Te lo aspettavi?

«Guardando le statistiche si può vedere come gli attacchi siano ben distribuiti, il che dimostra l’ottima coesione del gruppo. Inoltre, parlando a livello personale, una buona metà dei miei punti proviene da assist dei miei compagni; questa è un’altra riprova di come siamo bravi a cercarci e trovarci»

L'Adriatica Press Teramo attualmente occupa il tredicesimo posto in classifica. Il roster è composto da dodici giocatori nati dopo il 1995, evidenziando la giovanissima età del gruppo. La mosca bianca è rappresentata dal solo Lestini (1983), che fa da leader emotivo e carismatico all'intera squadra. Gli uomini più pericolosi saranno l'ex Cento Giorgio Di Bonaventura (14.5 ppg) e, appunto, Lestini (12 ppg). Montanari è il miglior assistman con 10, mentre il miglior rimbalzista è Banach che domina sui suoi compagni con 23 (5.7 rpg)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Stop Nibbiano e Castellana, derby alla Pontenurese. Bobbiese ok, San Corrado in vetta

  • Piacenza-Arzignano: 0-0, biancorossi fantasmi e piovono fischi

  • Mister Mazza sfonda quota 1000: «Zeman, Sacchi e quando giocai con cinque punte»

  • Fermana-Piacenza 1-1: Cattaneo risponde a Bacio Terracino, altro pareggio per i biancorossi

  • Pergreffi: «Diamo tutto per questa maglia». Franzini: «E' un momento difficile ma non siamo in crisi»

  • Piacenza - Matteassi: «Tutti abbiamo delle colpe, l'errore è stato creare aspettative troppe alte»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento