Questo sito contribuisce all'audience di

Baseball - Piacenza scatenato, batte lo Junior Parma ed è secondo in classifica

Positivo recupero di campionato per i biancorossi. Dopo la sosta di agosto saranno i recuperi contro Fossano e Codogno a stabilire se la squadra Nieves accederà o meno ai play-off per la promozione in A2

Continua il momento magico del Piacenza che contro lo Junior Parma trova il terzo doppio successo consecutivo che, alla luce del pareggio di Milano ad Avigliana, significa secondo posto in classifica. Dopo la sosta di agosto saranno i recuperi contro Fossano e Codogno a stabilire se la squadra Nieves accederà o meno ai play-off per la promozione in A2. Nel derby contro lo Junior i biancorossi hanno vinto con merito due partite molto tirate (7-5 e 8-7) a conferma di come carattere e determinazione si stiano dimostrando, in questo finale di stagione, i veri punti di forza della squadra piacentina.

GARA1

JUNIOR         0-4-0-0-0-0-0-0-1  5

PIACENZA     2-0-0-0-1-1-3-0-R  7

Formazione: Minoia dh, Chacon 3b, Juaquin ss (Casana 2b), Capra 1b, Calderon ec, Gardenghi ric, Pinoia ed, Imberti es, Caimmi 2b/3b. Lanciatori: Sanna L. (rl7 bv9 bb2 k3 pgl4), Macak (rl1.1 bv3 bb0 k2 pgl1), Molina (rl0.2 bv0 bb0 k0 pgl0).

Al mattino è un bel Piacenza quello che si presenta al 1° inning: subito 4 valide ( doppio di Minoia, bunt valido di Chacon, singoli di Capra e Gardenghi) e 2 punti che a tutti appaiono di ottimo auspicio. Assente Ettami spetta al giovane Sanna il delicato ruolo di partente e alla fine una delle colonne portante della vittoria sarà proprio lui. Per sette inning svolge un buon lavoro senza scomporsi nemmeno quando, come un fulime a ciel sereno, al 2° arriva il fuoricampo ospite a basi piene che in un attimo ribalta il punteggio sul 4-2 per lo Junior. Sarà l'unico frangente in cui Sanna permette al line-up ospite di colpire con continuità perchè altrimenti le altre valide parmensi saranno tutte isolate e per questo innocue. La freddezza di Sanna permette al Piacenza di archiviare l'home-run come un episodio isolato e  l'unico ulteriore punto ospite arriverà all'ultimo attacco, a giochi quasi fatti. Il purgatorio biancorosso dura due riprese perchè al 5° Juaquin (singolo) accorcia su volata di sacrificio di Calderon (4-3) ed al 6° tre errori permettono al Piacenza di pareggiare (4-4) senza bisogno di battere valido. Al 7° i nostri capiscono che è ora dell'arrembaggio decisivo e quando il partente Corsaro lascia il monte arrivano i tre punti del ko (7-4,) propiziati del doppio a basi piene di capitan Pinoia. Episodio finale un doppio gioco avviato dal closer Molina che fa calare il sipario su di un bel match vinto meritatamente da un Piacenza sicuro del fatto suo, i cui meccanismi al momento girano alla perfezione.

GARA2

JUNIOR       0-0-0-0-3-0-1-1-2      7

PIACENZA   0-0-2-0-0-2-4-0-R      8

Formazione: Minoia dh, Chacon 3b, Juaquin ss, Capra 1b, Calderon ec, Gardenghi ric, Pinoia ed/es, Imberti es (Naccarella ed), Caimmi 2b (Casana). Lanciatori: Fioretti (rl5.1 bv3 bb2 k9 pgl0), Macak (rl1.2 bv2 bb0 k2 pgl1), Molina (rl2 bv6 bb1 k4 pgl3).

La vittoria del pomeriggio è ancor più sudata perchè l'irriducibilità messa in campo dallo Junior è direttamente proporzionale alla preoccupazione derivante dai risultati provenienti dagli altri diamanti che fanno scivolare i ducali sempre più in basso in classifica. Anche per Piacenza però i punti valgono oro e quindi si intuisce subito che saranno 9 innings senza esclusione di colpi. I padroni di casa trovano per primi il vantaggio al 3° con 2 punti conseguenza del triplo di Chacon, del doppio di Juaquin e di un errore. Lo Junior rimontava al 5° (3-2) quando un Fioretti fin lì quasi impeccabile, si complicava il lavoro con due colpiti ed una base, aggravati da un pesante errore della sua difesa. Il nove di Nieves non perdeva lucidità e già al 6° e 7°, quando i limiti difensivi degli avversari uscivano un'altra volta allo scoperto, inanellava sei punti per il temporaneo 8-4. Partita finita? Niente affato: lo Junior rialzava la testa arrivando a far paura fino all'8-7 al 9°. Quando il pareggio sembrava vicino arrivava provvidenziale lo strike-out, con corridori in terza e seconda base, dell'ancora decisivo closer Molina. Finale al cardiopalma che sorrideva al Piacenza che per la prima volta in stagione assapora il secondo posto in classifica. Adesso ai play-off ci si può pensare sul serio.

ALTRI RISULTATI: Avigliana-Milano 1-1 ( 3-0; 6-8), Poviglio-Codogno 0-2 (1-5; 2-7), Crocetta Parma- Fossano 1-1 (4-7; 10-1).

CLASSIFICA: Codogno 807 (26-21-5), Piacenza 615 (24-15-9), Milano 615 (26-16-10), Crocetta 576 (26-15-11), Poviglio 458 (24-11-13), Avigliana 333 (27-9-18), Fossano 307 ( 26-8-18), Junior (296 (27-8-19).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia, Trapani-Piacenza 3-1: Cacia non basta, doppio Evacuo e Nzola ribaltano la sfida

  • Il Piacenza perde ancora a Trapani (3-1) ed esce dalla Coppa Italia: non basta il vantaggio firmato Cacia

  • Coppa Italia - Il Piacenza a Trapani per passare il turno. Franzini: «Gara difficile ma ci proveremo»

  • Il Piacenza saluta la Coppa. Franzini: «Non abbiamo sfruttato le occasioni nel primo tempo»

  • Piacenza - La difesa è da registrare ma si vedono sprazzi interessanti di gioco. Il punto

  • La prima rete di Bruno regala il successo al Carpaneto

Torna su
SportPiacenza è in caricamento