Questo sito contribuisce all'audience di

Baseball - Il Piacenza trova i primi punti sul diamante di Milano

Buon pareggio dei biancorossi

Su uno dei diamanti più difficili del girone il Piacenza guadagna i primi punti stagionali strappando un meritato pareggio al Milano 1946. I biancorossi hanno fatto loro gara1, vinta 10-6, ma hanno masticato amaro in gara2, persa 19-9.

GARA1                                                                                                                                                                                                     

PIACENZA       0-0-2-0-2-0-4-2-0       10                                                                                                                                                   

MILANO          1-0-0-0-3-0-0-2-0          6                                                                                                                                                   

Formazione: Chacon 3b, Cetti ec, Juaquin ss, Capra 1b (Borlini), Molina ed, Gardenghi ric, Pinoia es, Caimmi dh, Minoia 2b. Lanciatori: Sanna (rl4 bv6 bb3 k2 pgl3), Ettami (rl3 bv3 bb3 k2 pgl1), Macak (rl1 bv1 bb1 k0 pgl2), Lambri (rl1 bv0 bb2 k2 pgl0).

E' la partita nella quale il Piacenza dà il meglio di sè. Nessun errore in difesa e per nulla incurante del punto milanese al primo attacco. Bastano infatti tre inning per capovolgere la situazione (2-1) grazie ai singoli di Caimmi, Chacon e Capra al 3°. E quando al 5° arrivano altri 2 punti ( doppio di Cetti e singoli di Juaquin e Capra) il più sembra fatto se non fosse che al cambio campo i padroni di casa arrivano a casa base tre volte, riequilibrando il punteggio sul 4-4. La vera svolta è però al 7° quando un Piacenza sempre più attento e volitivo ricaccia indietro Milano con 4 punti molto pesanti, propiziati dai singoli di Cetti, Juaquin e Borlini e da 2 errori. A questo punto la corsa biancorossa non rallenta più e con Juaquin che colpisce all'8° un lungo home.-run da 2 punti il sigillo piacentino si imprime definitivamente sull'esito della sfida. I 2 punti di Milano nel finale non impensieriscono e Piacenza può finalmente festeggiare i primi punti stagionali.

GARA2                                                                                                                                                                                                       

PIACENZA       1-0-0-1-2-2-3-0     9                                                                                                                                                           

MILANO           4-3-1-4-0-0-6 1   19                                                                                                                                                           

Formazione: Chacon 3b (Agosti2b), Cetti ec, Juaquin ss, Borlini 1b, Molina ed/lan, Gardenghi ric (Casana), Pinoia es, Caimmi 2b, Minoia dh (Naccarella). Lanciatori: Fioretti (rl0.2 bv0 bb1 k1 pgl0 ), Macak (rl2.1 bv4 bb3 k2 pgl1), Rossi (rl0.2 bv2 bb3 k1 pgl4), Lambri (rl1 bv1 bb3 k0 pgl0), Molina (rl2 bv3 bb4 k1 pgl6), Sanna (rl1 bv1 bb2 k1 pgl1).

La seconda gara inizia male e finisce peggio per la squadra di Nieves. Troppi errori in difesa, un controllo dei lanci piuttosto latitante da parte dei lanciatori e tre falli di pedana chiamati a Fioretti forse con eccessiva severità da parte degli arbitri, confezionano l'approccio ideale per Milano che dopo 4 inning ha praticamente il match in mano col tabellone che segna 12-2. Il rendimento è quello che è ma se non altro in termini di carattere Piacenza non si risparmia, al punto che nei tre attacchi centrali riesce a dare l'illusione di una rimonta a quel punto clamorosa. Dal 5° al 7° arrivano sette valide ( coi doppi di Juaquin, Caimmi e Naccarella) e 7 punti che rimettono in discussione alcune delle certezze generate fino a quel punto dalla partita. Ma come detto il match come era iniziato e a soffocare le speranze biancorosse arriva il grappolo di punti milanesi che nel finale decretano il 19-9 con sospensione all'8° per manifesta superiorità. Il turno regala nel complesso luci e speranze, con i primi punti ed un carattere che fa sperare per il futuro. Le ombre arrivano piuttosto dal monte di lancio dove il rendimento generale è ancora troppo a corrente alternata per poter dare sicurezze  alla squadra. 

CLASSIFICA: Codogno e Poviglio 1000 (6-6-0), Crocetta 600 (5-3-2), Junior e Milano 500 (6-3-3), Fossano 375 (8-3-5), Piacenza 167 (6-1-5), Avigliana 0 (7-0-7).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cesena-Piacenza 1-1: Zecca risponde al gol di Paponi

  • Piacenza-Fermana 0-1: i marchigiani sbancano il Garilli con una rete di Cognigni

  • Piacenza, pomeriggio nerissimo. La Fermana sbanca il Garilli con un gol di Cognigni

  • Piacenza - Franzini: «Errori tecnici e individuali». Gatti: «Non è una tragedia ma facciamo tesoro». VIDEO

  • Risultati e classifiche di Juniores, Under, Allievi e Giovanissimi. Partono bene le piacentine

  • Piacenza-Fermana: le pagelle. Sestu dà la scossa, sfilza di brutti voti a centrocampo e in attacco

Torna su
SportPiacenza è in caricamento