Questo sito contribuisce all'audience di

Baseball - Il Piacenza sorride: vince il derby contro il Codogno e mette le mani sui playoff

Doppio successo dei biancorossi nel recupero di campionato

Il recupero del derby padano sorride al Piacenza (10-9 e 8-5) che così mette virtualmente le mani su quei play-off che solo un paio di mesi fa sembravano rappresentare un sogno irraggiungibile. Domenica basterà una vittoria in due incontri sul Fossano per avere la certezza matematica degli spareggi che conducono all'A2.

GARA1

CODOGNO      5-1-0-0-3-0-0-0-0       9                                                                                                                                                                                     

PIACENZA        2-0-1-1-3-3-0-0-R     10

Formazione: Minoia dh (Pinoia ed), Chacon 3b/ss, Juaquin ss( Agosti 2b), Capra 1b, Calderon es, Cetti ec, Molina ed/lan, Gardenghi ric, Caimmi 2b/3b. Lanciatori: Ettami (rl2 bv1 bb5 k0 pgl3), Macak (rl4 bv3 bb6 k3 pgl3), Molina (rl2.2 bv0 bb6 k4 pgl0), Marenghi (rl0.1 bv0 bb0 k0 pgl0).

Una giornata decisiva per l'intera stagione inizia in modo a dir poco disastroso per Piacenza. Ettami è costretto ad affrontare tutto il line-up codognese per mettere a segno le prime tre eliminazioni arrivando a subire 2 punti più altri 3 conseguenza di altrettanti banali errori della difesa. Così Codogno con una sola battuta valida mette a segno 5 punti. Meno male che Piacenza, alla prima opportunità offensiva, replica con 2 punti utili quantomeno a restare in partita (singoli di Chacon e Calderon e potente doppio di Juaquin). Sul 5-2 comincia il determinato inseguimento da parte dei biancorossi che al 2° incassano un altro punto ma a partire dal 3° si rimettono in linea di galleggiamento conquistando le redini del derby. Le mazze piacentine cantano di più e a suon di valide si arriva sul 5-4 al 4°. I nostri non perdono di vista Codogno neanche al 5° quando i biancazzurri arrivano tre volte a casa base ma devono incassare subito un parziale di identiche proporzioni ( doppio di Calderon e triplo di Molina). Il sorpasso arriva al 6° con un big-inning da 3 punti (singoli di Minoia, Chacon e Capra ed un errore) che mette Piacenza col naso avanti sul 10-9. Macak, che sarà pitcher vincente, lascia il testimone a Molina e Marenghi che da implacabili closer conservano l'esiguo ma determinante vantaggio. E' un finale di sofferenza pura nel quale Codogno latita soprattutto in attacco lasciando sei punti in base senza battere una valida ( lo score complessivo parlerà di 12 valide a 3 per Piacenza). Una vittoria sofferta, sempre in bilico ma alla fine legittima.

GARA2

CODOGNO     0-0-0-1-1-0-2-0-1     5                                                                                                                                                                                         

PIACENZA       1-0-2-0-3-0-2-0-R     8

Formazione: Chacon 3b, Juaquin ss, Cetti ec (Pinoia ed), Capra 1b, Calderon es, Molina ec, Gardenghi ric, Caimmi 2b, Minoia dh. Lanciatori: Sanna (rl5 bv4 bb4 k5 pgl1), Ettami (rl1 bv0 bb2 k3 pgl1), Rossi M. (rl2 bv3 bb0 k0 pgl0), Marenghi (rl1 bv2 bb0 k0 pgl1).

Anche se il punteggio direbbe il contrario, l'andamento della gara pomeridiana non si discosta troppo da quello del confronto mattutino. Almeno a partire dal 2° inning in quanto stavolta Piacenza riesce ad entrare nel match senza traumi ma piuttosto con grande personalità. Sanna partente è una garanzia per 5 inning ed al 1° arriva subito l'1-0 con la base a Chacon ed i simgoli di Chacon e Cetti. Meglio ancora al 3° quando si arriva al 3-0 con i singoli di Chacon e Juaquin, la base intenzionale a Capra, la volata di sacrificio di Calderon ed ancora un singolo di Molina. Piacenza fiuta l'impresa di battere due volte la capolista e non molla la presa. Incurante del ritorno ospite, inanella altri 3 punti al 5° ( singoli di Cetti, Calderon e Minoia) portando il tabellone ad indicare un rassicurante 6-2. Seppur matematicamente primo Codogno dimostra di voler onorare in pieno l'impegno tentando il tutto per tutto trail 6° e 7° attacco. Prima Ettami risolve con tre eliminazioni al piatto una pericolosa situazione a basi cariche e poi al 7° l'attacco di casa risponde con 2 punti all'eguale bottino messo a segno poco prima dagli ospiti. Un botta e risposta che lascia invariata la sostanza del punteggio ma mantiene vivo e piccante il derby. Sull'8-4 è ancora Marenghi a vestirsi da pompiere e contenere in un sol punto le velleità di rimonta codognesi. Finisce 8-5 con Piacenza che completa l'agoniata doppietta. La ciliegina su di una giornata da mettere in cornice arriva col sorprendente pareggio del Milano a Poviglio. Piacenza guadagna un ulteriore gradino in classifica ed ora a Fossano basterà vincere una partita per avere la matematica certezza di incontrare Castelfranco Veneto nel primo turno dei play-off promozione.

RISULTATI RECUPERI: Piacenza-Codogno 2-0 ( 10-9;8-5), Poviglio-Milano 1-1 (4-12; 5-4), Junior -Avigliana (gara2) 4-9

CLASSIFICA: Codogno 750 ( 28-21-7), Piacenza 654 (26-17-9), Milano 607 (28-17-11), Crocetta Pr 577 (26-15-11), Poviglio 462 (26-12-14), Avigliana 357 (28-10-18), Fossano 308 (26-8-18), Junior Pr 286 (28-8-20).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Agazzanese, CastellanaFontana e Pontenurese a valanga

  • Piacenza-Fermana 0-1: i marchigiani sbancano il Garilli con una rete di Cognigni

  • Serie C - Risultati e classifica della 4a giornata gironi A, B e C

  • Piacenza, pomeriggio nerissimo. La Fermana sbanca il Garilli con un gol di Cognigni

  • Piacenza - Franzini: «Errori tecnici e individuali». Gatti: «Non è una tragedia ma facciamo tesoro». VIDEO

  • Risultati e classifiche di Juniores, Under, Allievi e Giovanissimi. Partono bene le piacentine

Torna su
SportPiacenza è in caricamento